L'Alternanza Scuola-Lavoro entra nel curricolo dello studente come opportunità di apprendimento, un collegamento fra il "sapere" e il "saper fare”. 

L’impianto organizzativo che prevede 200 ore in alternanza per le i licei e 400 per gli ITT, pur muovendo dalle stesse finalità, riveste una funzione prevalentemente orientativa per gli studenti liceali, mentre per gli studenti dell’ITT oltre all’azione di orientamento tende anche ad avvicinare il mondo della scuola alla realtà produttiva aziendale.

Il periodo nel contesto lavorativo comprende anche una fase di preparazione in aula, visite a realtà lavorative, formazione sulla sicurezza. Inoltre l’esperienza di alternanza è oggetto di valutazione da parte dei consigli di classe con ricaduta sugli apprendimenti disciplinari e sul voto in condotta.